Paola Corna Pellegrini, CEO di Allianz Partners, è da sempre attenta alla managerialità femminile e all’inclusione.

Paola Corna Pellegrini, dal 2011, è CEO di Allianz Partners. Con una carriera quasi quarantennale alle spalle, ha sempre prestato molta attenzione alla managerialità femminile e all’inclusione. Da anni promuove e sostiene numerosi progetti di digitalizzazione, diversity e inclusion, finalizzati anche allo sviluppo di studi tecnico-scientifici.

Innovazione e sostenibilità del business sono i tratti principali della sua leadership, ma scopriamo insieme la sua biografia.

Chi è Paola Corna Pellegrini: biografia e carriera

Paola Corna Pellegrini è nata e cresciuta a Brescia, dove ha frequentato il Liceo Classico Statale Arnaldo. La famiglia l’ha sempre lasciata libera di scegliere i suoi studi ed è stata proprio questa “la chiave” della sua soddisfazione e del suo successo. Dopo la Laurea in Matematica presso l’Università degli Studi di Padova, ha conseguito un Master in Business Administration presso la Fondazione Cuoa di Altavilla Vicentina, in provincia di Vicenza.

Ha lavorato in diverse industry, dai beni di consumo ai servizi al farmaceutico, fino alle assicurazioni, ricoprendo diversi ruoli. Nel 1982 è entrata in Henkel Cosmetic, nel settore FMCG (Fast Moving Consumer Goods) come Assistant Brand Manager. In seguito è approdata in Novartis consumer health Italia e, nel 2006, in Zambon Pharma.

Nel 2011, Paola è entrata a far parte della grande famiglia di Allianz Partners, dove riveste il ruolo di general manager e CEO, con responsabilità a livello sia locale che internazionale.

Paola Corna Pellegrini presidente di AICEO

Paola Corna Pellegrini, per il triennio 2020/2022, è stata eletta presidente dell’Associazione Italiana CEO (AICEO). Questa è stata fondata nel mese di luglio del 2011 con l’obiettivo di “promuovere lo scambio di esperienze tra i soci per generare idee, innovazione e visioni sul futuro, per individuare esperienze di successo e proporre soluzioni concrete alle problematiche delle aziende e più in generale del Paese“.

Grazie alla consolidata esperienza e leadership dei suoi soci, l’AICEO promuove un movimento di opinione, volto all’innovazione.

Winning Women Institute

Dal 2018, Paola Corna Pellegrini è Presidente del Comitato Scientifico del Winning Women Institute. Si tratta di un’associazione impegnata sul tema della Gender Equality, che intende diffondere il principio della Parità di Genere all’interno del mondo del lavoro.

Gli obiettivi del Winning Women Institute sono: diffondere la cultura delle pari opportunità nei contesti aziendali profit e no profit; rilevare gli indicatori chiave relativi allo status delle pari opportunità nei contesti organizzativi; rilasciare attestazioni alle aziende sulla Gender Equality; comunicare ai consumatori le best practices delle aziende sulla Gender Equality; proporsi come luogo di incontro e confronto sulla Gender Equality.

Essere donna dal punto di vista della carriera è stato talvolta un ostacolo, soprattutto in occasione delle maternità, ma non solo. Sono però convinta che le mie caratteristiche di leadership ‘femminile’, partecipativa, dell’ascolto e dell’ispirazione, focalizzata sulle persone e su obiettivi di sostenibilità nel medio lungo periodo, siano state la chiave del mio successo e delle aziende per cui ho lavorato“, ha dichiarato Paola in un’intervista a Your Group.

La vita privata di Paola Corna Pellegrini: marito e figli

Paola Corna Pellegrini è sposata con Marco Manfrin e ha due figli: Matteo e Francesca Manfrin. Quest’ultima è sposata e insegna presso un liceo di Milano. Ecco uno scatto della famiglia:

Laurea Matteo 20 luglio 2017

Posted by Paola Corna Pellegrini on Sunday, July 23, 2017

4 curiosità su Paola Corna Pellegrini

– Paola Corna Pellegrini è tra le prime 72 donne manager selezionate per “Ready for Board Women” promosso da PWA e Università Bocconi.

– Fa parte dei “Curricula Eccellenti” della Fondazione Marisa Bellisario.

– Nel 2016 ha ideato e lanciato il Premio Valeria Solesin dedicato alle tesi magistrali sul tema Il talento femminile come fattore determinante per lo sviluppo dell’economia, dell’etica e della meritocrazia nel nostro paese.

– Fa parte dei 77 CEO firmatari della “CEOs Call to Action”, l’appello dei leader delle imprese più impegnate nella sostenibilità rivolto alle istituzioni europee, al mondo delle imprese e della società civile, per affrontare insieme le nuove sfide climatiche e sociali.


Chi è Mariangela Zappia, la prima donna alla guida dell’ambasciata italiana in USA

Chi è Pasquale D’Avino, l’imprenditore napoletano che ha creato il brand Throwback