La storia di Romano Prodi è fatta di una grande scalata nel mondo della politica: scopriamo la sua biografia, ricca di successi e riconoscimenti.

Soprannominato Il Professore per la splendida carriera accademica, Romano Prodi è stato anche una figura molto importante per la politica nostrana, in particolare nel centrosinistra, per cui è stato anche eletto Presidente del Consiglio. Non a caso, è visto come uno dei probabili successori di Sergio Mattarella alla presidenza della Repubblica Italiana. Scopriamo di più su di lui.

Chi è Romano Prodi: la biografia

Classe 1939, Romano Prodi nasce il 9 agosto a Scandiano, in provincia di Reggio Emilia. Ottavo di nove figli, dopo la maturità classica, si iscrive alla facoltà di giurisprudenza presso l’Università Cattolica di Milano. Si laurea con il massimo dei voti nel 1961, poi si specializza alla London School of Economics. Nel 1963 inizia la sua carriera accademica, con l’incarico di assistente alla facoltà di scienze politiche dell’Università di Bologna. Nel 1966 diventa professore incaricato e nel 1971 professore ordinario di Economia e Politica industriale. Intanto, Romano Prodi porta avanti anche l’attività di ricerca, che gli vale diverse pubblicazioni e lo porta ad essere tra i fondatori della Scuola italiana di Economia Industriale.

Dal 1974 al 1978 presiede la Società Editrice Il Mulino, mentre nel 1981 fonda Nomisma, una delle principali società nostrane di studi economici e consulenza. Nel frattempo scrive per diversi quotidiani importanti, come Il Corriere della Sera, L’Avvenire d’Italia, Il Resto del Carlino e Il Sole 24 Ore. Attualmente collabora come editorialista con Il Messaggero.

Avvicinatosi alla politica nel 1963, l’ingresso vero e proprio arriva nel 1978, con l’incarico di Ministro dell’Industria, ruolo che mantiene per un solo anno. In seguito, precisamente nel mese di febbraio del 1995, fonda il partito dell’Ulivo, con cui si candida alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nel 1996, Romano Prodi ottiene l’incarico di formare il nuovo governo, rimanendo in carica fino al 1998. Divenuto Presidente della Commissione europea di Bruxelles nel 1999, torna a capo del governo dal 2006 al 2008, ricoprendo per un breve periodo anche il ruolo di Ministro della Giustizia ad interim.

Chi è Romano Prodi: la vita privata

Romano Prodi è sposato dal 1969 con Flavia Franzoni, economista e docente universitaria. Il matrimonio è stato celebrato dal cardinale Camillo Ruini, che all’epoca era un semplice sacerdote. Nel corso della loro unione sono nati due figli, Giorgio nel 1971 e Antonio nel 1974. Il primogenito è professore associato di economia industriale e applicata presso il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Ferrara. Sposato con Veronica Fornasari, Giorgio ha tre figli: Chiara, Davide e Giacomo.

Antonio Prodi, invece, è un biologo e lavora come ricercatore presso l’Università di Bologna. Il secondogenito di Romano si è sposato a soli 28 anni, nel 2002, con Elisabetta Bernardini, laureata in Scienze dell’educazione. I due si sono conosciuti in parrocchia, dove entrambi facevano gli educatori per l’Azione Cattolica, e sono diventati genitori di tre bambini: Benedetta, Maddalena e Tommaso.

5 curiosità su Romano Prodi

-Nel 1992 Romano Prodi ha condotto su Rai1 il programma televisivo Il tempo delle scelte, una serie di sei lezioni di economia.

-Dal mese di settembre del 2008 a gennaio 2014 ha presieduto il Gruppo ONU – Unione Africana, dedicato alle missioni di peacekeeping in Africa.

-Nel 2021 è stato eletto presidente dell’Associazione Italia-Association of Southeast Asian Nations (Italia-ASEAN).

-Nel corso della lunga carriera, Prodi ha ricevuto 39 lauree honoris causa e numerose onorificenze, come: Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana (1993), Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica di Polonia (1997), Membro onorario della Real Academia de Ciencias Morales y Politicas di Madrid (1997), Comandante di Gran Croce dell’Ordine delle Tre Stelle in Lettonia (2007) e Gran Cordone dell’Ordine del Sole Nascente in Giappone (2013).

-Nei panni di ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato ha promosso una legge che porta il suo nome, volta a regolamentare la procedura di amministrazione straordinaria dello Stato per il salvataggio delle grandi imprese in crisi.

Il patrimonio di Romano Prodi

le cifre complessive del patrimonio di Romano Prodi non sono note, però lo è il fatto che la sua pensione, anzi sono tre le pensioni che percepisce, secondo Money.it, si aggira sui 10mila euro mensili. I suoi redditi attuali derivano dalla pensione da dirigente pubblico, da quella da ex presidente della Commissione Europea e da quella da parlamentare.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 25-01-2022


Chi è Franco Frattini, da magistrato a presidente del Consiglio di Stato

Chi è Letizia Moratti: prima donna sindaco di Milano e presidente Rai