Presidente della Repubblica per due mandati consecutivi, Sergio Mattarella è una figura di spicco della politica nostrana.

Sergio Mattarella è il Presidente della Repubblica italiana, il primo siciliano a rivestire l’incarico, nonché la persona ad aver ottenuto, con il secondo mandato, il numero di voti più alto della storia del Paese. Scopriamo la sua biografia, dai primi passi in Sicilia al trasferimento a Roma, passando per la vita sentimentale.

Chi è Sergio Mattarella: la biografia

Classe 1941, Sergio Mattarella nasce il 23 luglio a Palermo da papà Bernardo, politico democristiano eletto cinque volte ministro, e da mamma Maria Buccellato. Da giovane si trasferisce con la famiglia a Roma, dove si avvicina al Movimento Studenti della Gioventù Maschile di Azione Cattolica, diventandone prima responsabile della Capitale e poi del Lazio. Dopo il diploma al liceo classico San Leone Magno, si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza dell’Università La Sapienza, dove si laurea a pieni voti nel 1964. Iscritto all’albo degli avvocati del Foro di Palermo nel 1967, intraprende quasi in contemporanea la carriera accademica presso l’Istituto di Diritto Pubblico dell’Università di Palermo. Prima assistente e poi professore associato, insegna diritto parlamentare fino al 1983, quando si mette in aspettativa per intraprendere la carriera politica.

Educato alla Democrazia Cristiana fin da bambino, nel 1983 viene eletto alla Camera dei deputati nella circoscrizione della Sicilia occidentale, per poi essere rieletto nel 1987 e nominato ministro per i rapporti con il Parlamento del Governo Goria e confermato nell’incarico nel 1988 con il Governo De Mita. Con l’avvento di Andreotti, Mattarella viene nominato Ministro della pubblica istruzione. Nel 1990 si dimette per protesta contro la Legge Mammì e, ritrovatosi senza incarichi, diventa vicesegretario della Democrazia Cristiana (DC), per poi passare, nel 1992, alla direzione politica del quotidiano democristiano Il Popolo.

Dalla carriera in politica all’elezione come Presidente della Repubblica

Dopo questa breve pausa, nel 1992 Sergio viene rieletto alla Camera e si fa promotore della Legge Mattarella, chiamata anche Mattarellum, sulla riforma del sistema elettorale della Camera e del Senato. Dimessosi da tutti gli incarichi dopo il coinvolgimento nelle inchieste su Tangentopoli, si impegna per rinnovare la DC. Ne consegue la nascita, nel 1994, del Partito Popolare Italiano, con cui viene eletto alla Camera nel 1994 e nel 1996.

Con l’avvento del Governo D’Alema I, assume la carica di Vicepresidente del Consiglio con delega ai servizi segreti, mentre con D’Alema II e il successivo Governo Amato II veste il ruolo di ministro della difesa. Rieletto alla Camera nel 2001 con La Margherita come componente del Comitato per la legislazione, nel 2006 è deputato nella lista dell’Ulivo, mentre nel 2009 è membro del Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa.

Il 5 ottobre del 2011 Mattarella viene eletto giudice della Corte costituzionale, ma nel gennaio del 2015 viene nominato Presidente della Repubblica italiana, diventando il primo siciliano della storia a ricoprire la carica. Rinuncia subito alla pensione da professore universitario e chiede di ampliare la zona visitabile del Quirinale. Con la calma che da sempre lo contraddistingue, affronta diverse crisi di Governo, riuscendo sempre a trovare una soluzione. Non a caso, nonostante abbia annunciato di non essere propenso per un secondo mandato da presidente, il 29 gennaio del 2022, Sergio Mattarella viene nuovamente eletto a capo della Repubblica con il risultato più alto della storia d’Italia, 759 voti.

Quanto guadagna Sergio Mattarella?

Lo stipendio di Sergio Mattarella come Presidente della Repubblica è pari a 18.300 euro al mese per 13 mensilità. Secondo un servizio de La Gabbia, in onda su La7 nel 2015, i suoi guadagni sono inferiori rispetto a quanti lo hanno preceduto. A questo compenso, vanno aggiunti quelli percepiti dal 2008 al 2015 come giudice della Corte Costituzionale e professore universitario, ovvero 2 milioni e 800 mila euro. Rispetto ai ‘mestieri’ di un tempo, quindi, oggi percepisce uno stipendio inferiore: 239 mila euro all’anno contro i ‘vecchi’ 470 mila.

Chi è Sergio Mattarella: la vita privata

Sergio Mattarella è stato sposato con Marisa Chiazzese, scomparsa l’1 marzo del 2012 a Castellammare del Golfo, in provincia di Trapani. La donna era figlia dell’ex rettore dell’università di Palermo e docente di diritto romano. La coppia ha avuto tre figli: Laura, Francesco e Bernardo Giorgio. Laura, durante i mandati presidenziali del padre, svolge le funzioni di protocollo, quelle che di solito spettano alla consorte. Bernardo Giorgio, invece, è professore ordinario di diritto amministrativo presso l’Università di Siena, la LUISS Guido Carli di Roma e la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione.

3 curiosità su Sergio Mattarella

-Uno dei fratelli del Presidente della Repubblica era Piersanti Mattarella, che nel 1980 fu ucciso da Cosa Nostra mentre era a capo della Regione Sicilia.

-Sergio Mattarella e il fratello Piersanti hanno sposato due sorelle, Marisa e Irma Chiazzese.

-Il 4 ottobre 2021 ha ricevuto la laurea magistrale ad honorem in Relazioni internazionali ed europee dall’Università degli Studi di Parma.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 15-02-2022


Chi è Gautam Adani, decima persona più ricca al mondo

Chi è Roberto Buonanno: punto di riferimento italiano nel mondo degli influencer