Viviana Acquaviva sta passando dall’astrofisica alla scienza del clima grazie al programma che ha lo scopo di supportare gli scienziati in una transizione di carriera.

C’è un nome da tenere d’occhio nel mondo della ricerca italiana: Viviana Acquaviva. La giovane astrofisica, docente presso il Physics Department del CUNY NYC College of Technology e al CUNY Graduate Center, è tra i premiati dalla prima edizione della Simons Pivot Fellowship, una borsa di studio che finanzia gli scienziati che vogliono effettuare importanti transizioni di carriera. Nel suo caso, il passaggio dall’astrofisica alla scienza del clima e della sostenibilità ambientale. Ma non solo.

Viviana Acquaviva, ricercatrice dall’astrofisica al clima

Classe 1979, pugliese e appassionata di data science e machine learning, Viviana Acquaviva è ambasciatrice per la American Astronomical Society, è co-chair alla Scuola Vaticana sull’intelligenza artificiale e fa parte del Centro di Astrofisica Computazionale del Flatiron Institute. L’astrofisica si è laureata in Fisica all’Università di Pisa e ha proseguito gli studi alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, a Princeton e alla Rutgens University negli Stati Uniti.

Sin da subito Acquaviva si è dimostrata un’innovatrice: il suo corso di machine learning per fisica e astronomia per il corso di laurea in Fisica computazionale applicata alla CUNY è il primo offerto dall’ateneo. Il suo lavoro di ricerca verte soprattutto sulla sull’evoluzione dell’universo e utilizza strumenti all’avanguardia offerti dall’intelligenza artificiale e dai big data. La ricaduta pratica sul clima è stata una naturale evoluzione: sfruttare i dati dei satelliti terrestri per analizzare ciò che non va nel pianeta.

Un concept in 3D del cambiamento climatico
Dall’astrofisica alla scienza del clima: la transizione di Viviana Acquaviva

Attenta sostenitrice della parità di genere nella ricerca, l’astrofisica è stata inserita nel 2019 nella lista delle 50 donne che stanno facendo la storia dell’informatica stilata da Wired. Nel 2021 è arrivata la nomina a una delle 13 “tecnovisionarie” segnalate da Women&Tech, l’associazione di donne e tecnologie che riunisce persone e aziende del settore dell’innovazione e della ricerca valorizzando il talento femminile.

Ha inoltre partecipato a un programma per la riabilitazione dei detenuti tramite l’insegnamento della matematica in varie case circondariali ed istituti di correzione.

Viviana Acquaviva, la scienziata che spopola su Twitter

La professoressa Acquaviva racconta gli sviluppi del suo lavoro sul suo sito ufficiale e sul profilo Twitter (l’account è @AstroVivi) sempre più seguito. Sono appassionati, semplici curiosi e soprattutto studenti ad interagire con lei. Non a caso la ricercatrice è stata mentore di oltre 25 ragazzi e ragazze che studiano all’università e per master e dottorati.

Le difficoltà che incontrerete sono reali, non sono nella vostra testa – dice in particolari alle sue studentesse –. Ma la forza e la grinta che avete dentro sono ancora più reali, non sottovalutatevi. Trovate i vostri alleati, il vostro ‘network’, e non abbiate paura di chiedere consiglio o aiuto. Siate voi stesse. Le vostre particolarità, i vostri interessi, i vostri affetti, le vostre vulnerabilità sono una ricchezza, non nascondeteli”.

La vita privata di Viviana Acquaviva

Originaria di Porto Cesareo, in Salento, la scienziata è sposata da dieci anni e madre di una bambina. Tuttavia, a parte qualche foto in famiglia o sulle spiagge del suo paese natale, preferisce focalizzarsi, almeno sui social, sul proprio lavoro e utilizzare le piattaforme per entrare in contatto con studenti e colleghi.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 22-11-2022


Chi è Giuseppe Saccani, Amministratore Delegato del Gruppo Ferrari

Chi è Niko Romito, da studente di Economia e Commercio a chef stellato