Walter Veltroni ha una carriera variegata: in primis nella politica, ma anche nel mondo del giornalismo, della letteratura e del cinema.

Walter Veltroni non è soltanto un politico italiano. Autore di oltre 20 libri, nel corso della sua lunga carriera si è dedicato anche al cinema, in qualità di regista. Inoltre, è stato anche Sindaco di Roma ed è una personalità politica di grande spessore: scopriamo la sua ricca biografia.

Chi è Walter Veltroni: la biografia

Classe 1955, Walter Veltroni nasce il 3 luglio a Roma da Vittorio, radiocronista EIAR e poi dirigente della RAI, e Ivanka Kotnik, figlia dell’ambasciatore del Regno di Jugoslavia presso la Santa Sede. Perde il padre a solo un anno di età e, dopo il diploma, decide di seguire le sue orme, diventando prima giornalista pubblicista e poi professionista. La carriera in politica inizia nel 1970, quando, a soli 15 anni, si iscrive alla Federazione Giovanile Comunista Italiana (FGCI). Nel 1976 viene eletto consigliere al Comune di Roma e mantiene la carica per cinque anni. Il debutto in Parlamento, invece, avviene nel 1987.

Nel 1988 entra nel comitato centrale del Partito Comunista Italiano (PCI) e, in seguito, è tra i sostenitori della nascita del Partito Democratico della Sinistra (Pds). Romano Prodi, nel 1996, lo chiama tra le file dell’Ulivo, assegnandogli l’incarico di vicepresidente del Consiglio e Ministro dei Beni Culturali e ambientali, con delega per lo spettacolo e lo sport. Con la caduta del Governo Prodi, Veltroni torna ad occuparsi del partito, di cui diviene Segretario nazionale assistendo alla trasformazione da Pds a Democratici di Sinistra (Ds).

Il 2001 lo vede diventare, con il 53% dei voti, Sindaco di Roma. Il risultato si replica nel 2006, quando ottiene il secondo mandato come governante della Capitale. Entrato a far parte del Comitato nazionale per il Partito Democratico nel 2007, si dimette dalla segreteria di partito nel 2009, lasciando il posto a Dario Franceschini.

Walter Veltroni oltre la politica

Nel corso della sua lunga carriera, Walter Veltroni non si è occupato solo di politica. È stato direttore de L’Unità, facendosi promotore di un’iniziativa mai accaduta prima: il quotidiano ha diffuso, come allegato, il Vangelo. Pur dichiarando “credo di non credere“, durante il mandato come Sindaco di Roma ha conferito la cittadinanza onoraria a Papa Giovanni Paolo II. Autore di oltre 20 libri, si è dedicato anche alla regia: nel 2014 ha girato il docufilm Quando c’era Berlinguer, mentre nel 2015 è uscito I bambini anno. La terza pellicola, datata 2017, si intitola Indizi di felicità. La sua passione per il cinema lo ha portato, nel 2006, a promuovere la Festa Internazionale di Roma, primo festival cinematografico della Capitale. Veltroni ha avuto un’esperienza anche come doppiatore: nel 2005 ha dato voce al personaggio Rino Tacchino della pellicola d’animazione Disney Chicken Little – Amici per le penne.

Non solo politica, editoria e cinema, ma anche sport. Presidente Onorario della Lega Basket nel 2006, è tifoso della Virtus Roma e ha simpatia per la Juventus. Attualmente è editorialista per il Corriere della Sera e, talvolta, collaboratore della Gazzetta dello Sport. Membro del Consiglio Direttivo di Unicef-Italia dal 2014, è anche un grande appassionato e collezionista dei Beatles.

Chi è Walter Veltroni: la vita privata

Walter Veltroni è sposato con l’architetto Flavia Prisco dal 1982. Si sono conosciuti durante un festival della gioventù a Berlino nel 1973, quando lui aveva 18 anni e lei 15. La donna, nel corso di un’intervista a Donna Moderna, ha rivelato che anche i suoi genitori si sono incontrati nello stesso luogo in cui lei ha visto per la prima volta l’ex Sindaco di Roma.

Al Festival della gioventù, a Berlino nel 1973, un appuntamento mitico per quelli della mia generazione. Anche mio padre e mia madre si erano conosciuti lì. Io avevo 15 anni, lui 18. Tornati a Roma, mi aveva chiesto di metterci assieme, ma io me l’ero cavata in modo diplomatico: ‘Restiamo amici’. E per un anno siamo andati avanti così“, ha raccontato Flavia.

Dalla loro storia d’amore sono nate due figlie: Martina nel 1987 e Vittoria nel 1990. La primogenita vive negli Stati Uniti e fa la produttrice televisiva. La seconda, invece, è una stilista e, nel 2014, si è classificata terza tra i giovani talenti che hanno partecipato alla sfilata per il cinquantenario dell’Accademia di Costume & Moda.

3 curiosità su Walter Veltroni

Walter Veltroni, nel corso della sua lunga carriera, ha ricevuto diversi premi e onorificenze, come: Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana (2005), Ufficiale dell’Ordine della Legion d’Onore (2000), Gran Decorazione d’Onore in Argento con Fascia (2002), Premio alla carriera consegnato da La Tore isola d’Elba (2016) e Premio Giovenale – Aquino (2020).

-E’ stato bocciato in quarta ginnasio al Liceo Torquato Tasso di Roma e ha conseguito il diploma nel 1973, presso l’Istituto statale di Cine-Tv Rossellini.

-Stando a quanto sostiene il Corriere dell’Umbria, Veltroni percepisce dal 2004 un vitalizio di oltre 9.000 euro.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 26-01-2022


Chi è Dario Franceschini, il ministro della cultura più longevo nella storia della Repubblica

Chi è Rosy Bindi, dal Parlamento alla lotta contro la mafia