La maggior parte delle new entry sono in Piemonte, seguita a ruota dalla Liguria: ecco le nuove 11 Bandiere Arancioni 2021.

Meritate, anzi meritatissime, vacanze per gli italiani che, dopo un anno di restrizioni e divieti, si concedono finalmente un po’ di relax. Tantissime persone hanno deciso di rimanere nel Belpaese e lo spunto per una località da sogno arriva spulciando le 262 Bandiere Arancioni 2021-2023 assegnate dal Touring Club Italiano. Tra queste, 251 sono già note e vanno dalla Valle d’Aosta alla Sicilia: le novità sono gli 11 borghi di pregio di fresca assegnazione.

Bandiere Arancioni 2021: le 11 novità

Il Piemonte si conferma la Regione più “arancione” d’Italia con 40 bandiere: 6 delle 11 new entry del 2021 sono paesi tra le province di Asti, Alessandria, Cuneo e Torino. Al secondo posto c’è la Toscana con 38, il gradino più basso del podio è per le Marche con 23 bandiere.

Dopo i 5 paesi premiati nel 2020 con il prestigioso riconoscimento, ecco gli 11 borghi che si aggiungono a tutti gli altri promettendo un’esperienza turistica straordinaria e un’accoglienza di qualità.

Piemonte:

  • Canelli (Asti)
  • Castagnole delle Lanze (Asti)
  • Revello (Cuneo)
  • Rosignano Monferrato (Alessandria)
  • Susa (Torino)
  • Trisobbio (Alessandria)

Liguria:

  • Badalucco (Imperia)
  • Vallebona (Imperia)

Lombardia:

  • Ponti sul Mincio (Mantova)

Umbria:

  • Nocera Umbra (Perugia)

Lazio:

  • Subiaco (Roma)
Un panorama toscano
Un panorama toscano per una vacanza da sogno

Il Touring Club Italiano fa sapere che queste località non sono soltanto mete ideali per i giorni di ferie, ma anche “luoghi che rispondono ai crescenti bisogni di tranquillità, vita all’aria aperta, cibo genuino, vacanza all’insegna del benessere e dell’autenticità”.

La selezione si basa su un’analisi che prende in considerazione oltre 250 parametri, in particolare la valorizzazione delle risorse locali, le politiche dell’accoglienza e il consolidamento dell’identità territoriale.

Bandiere Arancioni 2021: Piemonte e Liguria su tutte

Il Piemonte spicca tra le Bandiere Arancioni 2021 grazie ai prodotti tipici e le “cattedrali sotterranee” di Canelli, il centro storico di Castagnole delle Lanze, l’Abbazia di Santa Maria di Staffarda di Revello, gli infernòt e il percorso Morbelliano tra le colline di Rosignano Monferrato, i monumenti storici di Susa e il castello medievale di Trisobbio.

Le due cittadine della Liguria sono entrambe in provincia di Imperia. Badalucco spicca per i caruggi del centro storico, Vallebona per il suo mare e i fiori di arancio amaro.

La Lombardia schiera la novità Ponti sul Mincio, premiata per il patrimonio storico, culturale e ambientale.

Gli unici ingressi del Centro-Sud sono in Umbria e nel Lazio. A Nocera Umbra sono riconosciuti la bellezza paesaggistica e l’impegno per uscire definitivamente dall’emergenza-sisma.

Subiaco è premiato per i monasteri benedettini e le attività promosse ai piedi dei Monti Simbruini.

L’elenco completo delle Bandiere Arancioni è consultabile sul sito ufficiale del Touring Club Italiano.


Zegna, l’azienda di abbigliamento di lusso maschile sbarca in borsa

Obbligo di Green pass per luoghi pubblici e mobilità: qual è la situazione?