Cos’è il modulo Plf: vediamo come funziona e come si compila il documento necessario per viaggiare nei Paesi dell’Unione Europea.

Il modulo Plf, ovvero Passenger locator form è il documento che coloro che vogliono viaggiare sono costretti a compilare e a portare con sé. Per praticità abbreviato con la sigla Plf, è un modulo che consente alle autorità sanitarie di poter eseguire, laddove sia necessario, il tracciamento dei passeggeri che si spostano da un Paese europeo all’altro. Pertanto, questo documento verrà utilizzato solo ed esclusivamente in caso di positività al Covid-19 di una determinata persona, al fine di tracciare i contatti avuti dalla stessa.

Vediamo quando è necessario riempirlo e perché le autorità sanitarie hanno deciso di inserirlo nel ‘protocollo’ vacanze.

Modulo Plf: cos’è e perché è necessario per viaggiare

In termini poveri, il Plf non è altro che un localizzatore del passeggero, che intende contribuire al contenimento della pandemia da Covid-19. Come suggerisce il nome, il documento non è destinato a tutta la popolazione dell’UE, ma soltanto a coloro che hanno in programma una vacanza all’estero. Qualsiasi mezzo di trasporto si voglia utilizzare va portato con sé e, al momento del rientro in patria, va presentato alle autorità preposte. Al momento, i Paesi che richiedono la compilazione del Plf utilizzano moduli cartacei o digitali. Basta collegarsi al sito app.euplf.eu per scaricare il modulo digitale europeo EU digital Passenger Locator Form (dPLF).

attesa al gate per volo con mascherina
attesa al gate per volo con mascherina

Come si compila il Passenger locator form?

Chiunque abbia intenzione di entrare in un Paese dell’Unione Europea deve compilare il Plf, e avere anche il Green Pass. Che sia per via aerea, mare o terra, il viaggiatore o i viaggiatori devono avere con sé questo documento. È bene sottolineare che se una famiglia viaggia insieme, può presentare un unico Passenger Locator Form, contenente i dati di tutti i membri appartenenti al nucleo. Stessa modalità per i gruppi di persone che condividono il medesimo itinerario di viaggio e che soggiornano nello stesso luogo. Il Plf si compila prima dello sbarco se si viaggia su una nave da crociera; prima dell’imbarco se ci si sposta in traghetto; prima di mettersi in viaggio se si utilizza il treno, l’autobus o l’automobile; dopo il check-in e prima dell’imbarco se si viaggia in aereo. Il localizzatore del passeggero richiede le seguenti informazioni:

  • informazioni sul mezzo di trasporto e sul viaggio;
  • informazioni personali;
  • informazioni di contatto;
  • informazioni sull’indirizzo permanente;
  • alloggio precedente;
  • indirizzo temporaneo;
  • compagni di viaggio;
  • informazioni sul contatto di emergenza.

Dopo aver riempito il modulo online, si riceverà via email il Plf con il relativo QR code e il link per scaricarlo in formato Pdf. Ricordate che se viaggiate utilizzando diversi mezzi di trasporto dovete compilare un documento per ogni mezzo che usate. Infine, un nuovo localizzatore passeggeri va compilato ogni volta che si entra in un nuovo Paese.

vetrina

ultimo aggiornamento: 23-07-2021


Obbligo di Green pass per luoghi pubblici e mobilità: qual è la situazione?

La sostenibilità premia le aziende italiane del settore food and beverage