I contagi dovuti al Covid stanno risalendo e la confusione prima delle vacanze è tanta: ecco in quali Paesi bisogna indossare le mascherine.

Le premesse per un’estate Covid free sembravano esserci tutte e per questo la maggior parte dei Paesi ha allentato, e poi del tutto tolto, le restrizioni intraprese dall’inizio della pandemia. I dati sembravano incoraggianti ma adesso le cose stanno nuovamente destando un po’ di preoccupazione. I contagi infatti in Italia hanno ripreso a salire, con un’impennata di positivi che cresce giornalmente. Al momento, soprattutto per quanto riguarda i Paesi europei, non sono in atto particolari restrizioni. Tuttavia si parla già di un ritorno all’uso delle mascherine che, in vista dell’autunno, potrebbe trasformarsi in obbligo.

Indossare le mascherine: Cipro reintroduce l’obbligo

Dopo anni di pandemia, passati perlopiù chiusi a casa, la gente non vede l’ora di partire per le vacanze e stare all’aria aperta. I dati sul turismo in tal senso parlano chiaro: la maggior parte degli italiani, e non solo, vuole viaggiare. Adesso però che i contagi sono in risalita cosa cambia per i turisti nei Paesi europei? I contagi in aumento, infatti, non sono un’esclusiva dell’Italia ma si stanno verificando un po’ ovunque. Per quanto riguarda l’uso delle mascherine, ad esempio, Cipro ha reintrodotto l’obbligo. Dall’8 luglio, dunque, per entrare nei luoghi chiusi bisogna avere con sé la mascherina. Dall’1 giugno, invece, è decaduto l’obbligo del Safepass per entrare nell’isola (corrispondente al nostro Greenpass).

Ragazza che cammina in città
Ragazza in vacanza con mascherina

La situazione negli altri Paesi europei: guida alle vacanze sicure

Una delle mete più gettonate dai turisti è sicuramente la Francia. Per adesso solo Nizza e alcuni comuni della zona hanno rimesso l’obbligo delle mascherine per accedere, ad esempio, ai trasporti pubblici. Il governo nazionale, invece, al momento ne raccomanda l’utilizzo ma senza obbligo. Per quanto riguarda la Grecia dall’1 giugno al 15 settembre l’obbligo delle mascherine al chiuso è decaduto tranne sui mezzi di trasporto pubblico e nelle strutture sanitarie. In Spagna il governo ha chiesto di utilizzare le mascherine nei luoghi gremiti di gente ma non è un obbligo.

Il Portogallo, che è stato uno dei primi Paesi europei a registrare un rialzo dei contagi, adesso inizia una fase di discesa. Qui l’obbligo delle mascherina vale soltanto sui mezzi di trasporto pubblico, negli ospedali, nelle case di riposo, nella farmacie e negli uffici della sanità pubblica. Infine in Croazia non c’è nessun obbligo di indossare i dispositivi di protezione. Il consiglio per evitare di contrarre la variante Omicron e godersi le vacanze è in tutta Europa lo stesso: prudenza nei luoghi chiusi e affollati.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 15-07-2022


Il dollaro ha raggiunto la parità con l’euro: ecco perché è importante per gli americani

Chi adotta un cane ottiene la riduzione della Tari: l’iniziativa del Comune di Salemi