Quest’anno le Spighe Verdi 2022 sono state assegnate a ben 63 Comuni rurali italiani rispetto ai 59 dello scorso anno.

Anche quest’anno è arrivato l’importante riconoscimento delle Spighe Verdi 2022 che annualmente premia i Comuni rurali italiani. Il primo segnale positivo che salta subito all’occhio è l’aumento delle Spighe da 59 del 2021 a 63 del 2022. Un numero in crescita che fa ben sperare. Ad assegnare il riconoscimento è la Fee – Foundation for Environmental Education, ovvero la stessa organizzazione che rilascia anche le prestigiose Bandiere Blu per le spiagge italiane. Il primo posto quest’anno spetta al Piemonte con 10 Spighe, ottime anche le Marche che ne hanno ottenute 9.

Tutti i Comuni che hanno ricevuto le Spighe Verdi

E’ dunque il Piemonte ad ottenere il maggior numero di riconoscimenti. In particolare ecco i Comuni più virtuosi: Alba, Bra, Canelli, Centallo, Cherasco, Guarene, Monforte D’Alba, Pralormo, Santo Stefano Belbo, Volpedo. Al secondo posto per numero di Spighe si posizionano le Marche con 9 Comuni: Esanatoglia, Grottammare, Matelica, Mondolfo, Montecassiano, Montelupone, Numana, Senigallia, Sirolo. Segue la Puglia con 8 Spighe: Andria, Bisceglie, Castellaneta, Carovigno, Ginosa, Ostuni, Pietramontecorvino, Troia. C’è poi la Toscana con 7 località: Bibbona, Castellina in Chianti, Castiglione della Pescaia, Castagneto Carducci, Fiesole, Grosseto, Massa Marittima.

Anche la Calabria ottiene 7 Spighe: Belcastro, Crosia, Montegiordano, Roseto Capo Spulico, Santa Maria del Cedro, Sellia, Trebisacce. In Umbria 5: Deruta, Montefalco, Norcia, Scheggino, Todi. Stesso numero per il Lazio: Canale Monterano, Gaeta, Pontinia, Rivodutri, Sabaudia. Così come la Campania: Agropoli, Ascea, Capaccio Paestum, Massa Lubrense, Positano. Il Veneto ottiene due riconoscimenti, Montagnana e Porto Tolle, così come la Liguria con Lavagna e Sanremo. Alcune regioni, infine, hanno ottenuto una Spiga. Si tratta dell’Abruzzo con Tortoreto, dell’Emilia Romagna con Parma e della Lombardia con Sant’Alessio con Vialone.

panchina albero prato natura paesaggio
Natura paesaggio

Come funziona il riconoscimento delle Spighe Verdi

Le Spighe Verdi 2022 premiano i Comuni che rispettano la sostenibilità ambientale. In particolare il Comune deve dimostrare attenzione al territorio, con una corretta gestione ambientale, turistica, culturale ed enogastronomica. Dopo le Spiagge Blu 2022 ecco dunque un altro importante riconoscimento che premia l’attenzione e il rispetto dei territori. Lo scopo è anche quello di far capire che una maggiore cura del territorio va a beneficio dell’intera comunità.

Esistono degli indicatori che la Fee ha messo in luce insieme a Confagricoltura. Tra questi ci sono: partecipazione pubblica, educazione allo sviluppo sostenibile, corretto uso del suolo, presenza di produzioni agricole tipiche, sostenibilità e innovazione in agricoltura, qualità dell’offerta turistica. A questi si aggiungono poi: esistenza e grado di funzionalità degli impianti di depurazione, gestione dei rifiuti, valorizzazione delle aree naturalistiche, cura dell’arredo urbano e accessibilità per tutti.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 10-08-2022


Stop agli spot della carne finanziati con fondi europei: lo chiedono gli italiani

Arena del Futuro: con il circuito sperimentale dell’A35 Brebemi i vantaggi sono concreti