Dal 2015 era consigliera del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, prima donna a ricoprire questo ruolo: il profilo di Emanuela D’Alessandro.

La diplomatica Emanuela D’Alessandro è la nuova ambasciatrice d’Italia in Francia. Nata a Roma il 9 novembre 1960, nonno diplomatico, D’Alessandro era dal 2015 al Quirinale come consigliera diplomatica del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, prima donna a ricoprire questo ruolo. Laureata in Scienze Politiche con indirizzo internazionale all’Università Luiss di Roma, la neo-ambasciatrice a Parigi ha cominciato la carriera diplomatica nel 1987 prestando servizio alla Direzione Generale per le risorse e l’innovazione degli Esteri.

Emanuela D’Alessandro, dal Quirinale a Parigi

Il primo incarico estero di Emanuela D’Alessandro è arrivato nel 1993 come responsabile della Sezione Commerciale dell’ambasciata italiana a Budapest. Dall’Ungheria è poi passata all’Osce di Vienna nel 1997, dove, due anni dopo, è diventata consigliera alla Rappresentanza Permanente d’Italia.

Rientrata alla Farnesina nel 2000, D’Alessandro ha fatto parte della Struttura di Missione responsabile dell’Organizzazione della Presidenza italiana del G8. Dal 2002 al 2007 ha guidato l’Ufficio concorsi e l’Ufficio responsabile dello status giuridico ed economico di tutto il personale degli Esteri.

L'ambasciata d'Italia a Parigi
L’ambassade d’Italia a Parigi accoglie la nuova ambasciatrice

Nel 2008, passati cinque anni al Ministero, Emanuela D’Alessandro è stata nominata Direttrice dell’Istituto Diplomatico, prima donna a dirigere la scuola di formazione della Farnesina. Dal 2011 al 2014 è stata ambasciatrice d’Italia a Zagabria, vivendo in pieno l’entrata della Croazia nell’Unione europea, e dal 2015 ha affiancato nel ruolo di sherpa il presidente Mattarella. Il suo ruolo da consigliere diplomatica è stato decisivo nel corso della crisi diplomatica del 2008 tra Roma e Parigi.

Nominata ambasciatrice di grado nel 2017, D’Alessandro è da sempre attenta alle questioni legate ai diritti delle donne, in particolare nel mondo del lavoro. Non a caso le è stata affidata la Presidenza del Comitato per le Pari Opportunità della Farnesina. Nel 2016 la Fondazione Bellisario per la parità di genere le ha assegnato la Mela d’Oro, l’Oscar delle donne che premia il talento femminile.

Emanuela D’Alessandro, Parigi accoglie la neo-ambasciatrice

La nostra attività, in patria e all’estero, è multifunzionale – racconta D’Alessandro in un’intervista al magazine della Luiss –, bisogna occuparsi di analisi politica ma anche di promozione economica e serve, quindi, una preparazione anche in questo campo. Ci vogliono umanità e sensibilità per approcciare situazioni personali anche drammatiche e dare l’assistenza richiesta; ci vuole tatto e fermezza nelle relazioni con il Paese in cui sei accreditato, poiché i rapporti possono presentare talune asperità e bisogna far sempre valere la posizione e gli interessi dell’Italia”.

D’Alessandro è sposata con il dirigente bancario Giorgio Di Noia e ha una figlia, Lucrezia. “Un grande benvenuto all’ambasciatrice Emanuela D’Alessandro. Un onore lavorare sotto la tua guida al servizio dell’Italia e dei nostri connazionali”, fa sapere sui social il personale dell’ambassade a Parigi.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 23-10-2022


Chi è Ursula Von Der Leyen, prima donna a diventare Presidente della Commissione Europea

Chi è Ignazio La Russa: da avvocato a presidente del Senato